Chiave dinamometrica per MTB, come si utilizza correttamente?

Chiave dinamometrica per MTB, come si utilizza correttamente?

4254

Chiave dinamometrica per MTB: un attrezzo di officina destinato solo ai meccanici delle ruote grasse?
Assolutamente no, ogni biker dovrebbe usarlo. Si tratta di uno strumento molto importante che aiuta nel fissaggio corretto delle viti, facendoci pedalare sempre in completa sicurezza.
La viteria tiene insieme la nostra amata mountain bike, bisogna averne sempre cura con frenafiletti e giusto serraggio.

Chiave dinanomometrica per MTB, quando si deve usare?

Vi sarà capitato qualche volta di andare a serrare qualche vite di un componente della bicicletta perché sia era allentato o perché l’avete smontato e rimontato. Bene, durante il serraggio della vite vi siete mai chiesti “ho stretto troppo?” oppure “ho fissato poco?”.
Operando “ad occhio” in officina non si ha la certezza di lavorare correttamente. Se in un primo momento può apparire come una cosa banale, non lo sarà di certo in tempi medio-brevi.
Provate ad immaginare cosa potrebbe succedere se il collarino del reggisella venisse stretto troppo. Il nostro bel reggisella in carbonio potrebbe “criccare” rompendosi al primo sobbalzo in sella.
Se invece fossero le viti del manubrio ad essere fissate poco? Le vibrazioni le allenterebbero e il tuffo in avanti sarebbe veramente pericoloso.
Mai compromettere la sicurezza, mai!

Le viti non sono tutte uguali, ecco perché serve la chiave dinamometrica per MTB!

Ogni pezzo della nostra amata bicicletta è fissato con delle viti, siano esse in acciaio, ergal o titanio che vanno a stringere su alluminio, titanio o carbonio. Per evitare rottura o serraggio debole è importante andare a stringere le viti in base a quanto dichiarato dal costruttore dei componenti.
A seconda che si tratti di un componente strutturale o di un accessorio le viti vanno chiuse con forze diverse e non “a braccio”. Tanto per fare alcuni esempi la ghiera di fissaggio della cassetta pignoni va chiusa intorno ai 30 Nm (Newton/metro), mentre un portaborraccia va fissato con delle viti in ergal a 4 Nm.

Alcuni suggerimenti video:

Forze di serraggio diverse per componenti diversi, come fare?

Gli esempi riportati sopra indicano chiaramente che è necessario l’utilizzo di un attrezzo apposito per chiudere i diversi componenti della bici. Di chiavi dinamometriche ne esistono di tanti tipi, per l’uso nella bicicletta basta averne una con range di utilizzo che van dai 2 ai 15/20 Nm. e non serve spendere un capitale!

Chiave dinamometrica per mountain bike BBB
La chiave dinamometrica proposta da BBB

Nel nostro store ce ne sono di due tipologie: una chiave dinamometrica BBB presentata anche nel video e una di Effetto Mariposa (Giustaforza Pro Deluxe).
Entrambe sono chiavi dinamometriche adatte anche ad un uso professionale, in quanto estremamente precise e con certificato di taratura. Le chiavi Torx ed esagonali sono comprese negli astucci.

Chiave dinamometrica per MTB
La chiave dinamometrica Giusta Forza creata da Effetto Mariposa

Sto facendo forza con la chiave dinamometrica per MTB, quando mi devo fermare?

L’utilizzo è molto semplice: basta ruotare il pomello inferiore fino a che l’indicatore rosso si posiziona nei Nm che si desiderano utilizzare. Quando poi si va a stringere sulla vite si udirà un “TLACK” una volta raggiunta la coppia di serraggio impostata e la nostra vite sarà chiusa a dovere.
Prima di posare la dinamometrica ricordiamoci sempre di riportare a zero l’indicatore scaricando la chiave altrimenti rischia di stararsi.

La chiave dinamometrica per MTB assicura dei grandi vantaggi in officina, ad un costo veramente contenuto!

NON CI SONO COMMENTI

Rispondi