In officina oggi si parla di frenafiletti, sia per MTB che per...

In officina oggi si parla di frenafiletti, sia per MTB che per bici da strada

3247

CicloBlog continua i suoi post di officina parlando di frenafiletti, strumenti utilissimi sia per MTB (Mountain Bike) che per bici da strada.
Tutti noi maciniamo km ogni settimana, su differenti tipi di terreno. Si va dal durissimo asfalto allo sterrato di chi pedala nel cross country e addirittura alle rocce degli “enduristi”. La bici dunque si trova proprio nel mezzo tra il peso del nostro corpo e la strada, sopportando sollecitazioni meccaniche continue e non da poco.

Il pericolo è chiaro: l’allentamento delle viti.
Cosa non rilevante? Non proprio, è tremendo per la sicurezza dell’atleta. La nostra sicurezza!

Cos’è il frenafiletti?

Il frenafiletti è un adesivo anaerobico che può essere posizionato tra vite e madrevite (tra viti e attacco manubrio per esempio). Utilizzandolo si ha una polimerizzazione (indurimento) delle parti metalliche. Man mano che si aumenta la pressione sulla vite, riducendo l’ossigeno, abbiamo una sigillatura perfetta.
Ne esistono fondalmentalmente di tre tipi: bassa, media e alta resistenza. Quest’ultima contraddistingue la facilità nello smontaggio.

Quale frenafiletto scegliere?

La scelta del frenafiletto è abbastanza semplice, l’importante è usarlo. Indifferentemente dalla meccanica della bici, sia MTB o da strada, noi suggeriamo un frenafiletto a media resistenza come l’adesivo Loctite 243. Questo ci permette di bloccare la viteria della bici sia in ergal, in acciaio che titanio evitando pericolosi allentamenti.
La media resistenza consentirà, in un secondo momento, di svitare le viti senza nessun problema.

Frenafiletti a media resistenza - Loctite 243

Come posizionare il frenafiletti?

Innanzitutto dobbiamo sincerarci di posizionare il prodotto in un filetto ben pulito quindi eliminate viti sporche di ruggine, terra o altro.
Versare una piccola goccia di frenafiletti all’inizio della vite o dove questa andrà a fare presa, in questo modo avvitando si creerà un film su tutto il corpo del filetto.

frenafiletti con le viti in ergal e titanio

Dove mettere il frenafiletti?
In genere su tutte le viti che tendono a svitarsi, a maggior ragione nelle bici MTB che sono soggette a tante vibrazioni.

In particolare ne consigliamo l’utilizzo sui seguenti tipi di viteria:

  • viteria di fissaggio dischi;
  • viti di fissaggio pinze e adattatori freni;
  • bussole corone;
  • viti di fissaggio attacco manubrio e manubrio;
  • viti di fissaggio collarini reggisella;
  • altre parti e viti soggette ad allentamento.

Evitare di mettere il frenafiletti nei pedali (la loro filettatura è già contraria al gesto della pedalata proprio per evitare lo svitamento) e in altri componenti non soggetti ad allentamento. Facciamo riferimento ai movimenti centrali dove consigliamo la posa di prodotti diversi che prevengono solamente l’ossidazione dei componenti. Sono ottimi in questo l’Ultra Grease e il Blu Grease.

Il frenafiletti è quindi un accessorio a basso costo e che aumenta la nostra sicurezza finché siamo sui pedali, una cosa non da poco!

NON CI SONO COMMENTI

Rispondi