Scegliere la MTB: ecco i 7 aspetti da valutare quando si acquista...

Scegliere la MTB: ecco i 7 aspetti da valutare quando si acquista una nuova mountain bike!

7944

Scegliere la MTB non è semplice anche perché il mercato negli ultimi anni ha continuato a sfornare nuove mountain bike.
Le possibili scelte dunque sono tantissime, è difficile avere le idee chiare e non lasciarsi influenzare dal “marketing”. Ogni marchio infatti propone differenti modelli per le varie discipline (Enduro, XC, DH, etc), ciascuno con le proprie caratteristiche distintive.
Qualche mese fa, per esempio, alla fiera della bicicletta – ExpoBici abbiamo visto centinaia di MTB.
E’ difficile anche mettere giù un budget di spesa massima, perché magari basta cambiare un componente e il prezzo sale di qualche centinaio di euro. Meglio prenderla usata? Non è semplice, anche qui bisogna capire nei dettagli cosa stiamo comprando.
Quali sono dunque gli aspetti da valutare quando è ora di scegliere la MTB?
Noi ne abbiamo scelti 7 basilari, ma fondamentali. Fattori che non si devono mai dimenticare prima e durante l’acquisto.

1 – A cosa servirà la nuova mountain bike?

Può sembrare una domanda banale, però non è così.
Bisogna riflettere un attimo su alcune variabili strettamente personali: come ci piace pedalare, il nostro livello di preparazione, se partecipiamo a gare e di che tipo, quanta salita facciamo mediamente, se partiamo direttamente sullo sterrato o facciamo un bel po’ di asfalto, il numero di uscite settimanali, quanto siamo capaci a livello tecnico e, soprattutto, quale disciplina andremo a fare.
Chi fa Downhill ha bici speciali con ammortizzatori aventi un’escursione elevata, praticamente un mondo a sé.
L’Enduro invece è a metà strada tra il DH e il Cross-Country. La MTB è sempre ammortizzata molto bene, però il telaio è meno estremo rispetto al Downhill. Ovviamente si tratta sempre di bici quasi esclusivamente per la discesa, però è possibile anche fare qualche bella salita.
In caso di XC-Cross-Country si parla di MTB con telaio front (hardtail) o full (bi-ammortizzata).
Sicuramente la disciplina ci è chiara, allora riflettiamo sulle variabili personali analizzate in precedenza:

  • il peso della mountain bike è fondamentale per chi fa gare, un po’ meno per l’amatore evoluto. Un etto in più non fa un’enorme differenza;
  • se facciamo 3/4 uscite settimanali siamo abbastanza allenati e possiamo ragionare su componenti particolari, come le corone Osymetric;
  • una gomma larga, da discesa, è più stabile, ma aumenta lo sforzo nelle salite;
  • il diametro delle ruote è fondamentale, una 26 pollici risponde in modo totalmente diverso rispetto ad una 29er;
  • una bi-ammortizzata/full è più semplice da guidare rispetto ad una hardtail, però è più pesante.

Queste sono solo alcune delle tantissime valutazioni che ciascun biker deve fare. L’esborso economico per una buona bici è notevole, meglio fare la scelta giusta.

FM bike carbonio con forcella rigida

2 – Diametro ruote: 26, 27.5 o 29er?

Il diametro delle ruote è uno degli aspetti fondamentali. Una 26 pollici, praticamente fuori mercato, è un’altra MTB rispetto ad una 29er. Diciamo che nello scegliere la MTB questo è, a nostro avviso, un fattore primario.
E’ importante valutare e calcolare lo sviluppo metrico attuale e pensare a quale potrebbe essere l’ideale della futura bici. Le corone si possono cambiare, mentre l’impostazione del telaio no (o quasi). Per cui una volta fatta una scelta non è così semplice tornare indietro. Certo c’è chi monta ruote da 27.5 (650b) su alcuni telai da 26, ma sono ibridi particolari e unici.

La scelta dunque, per chi pratica XC, Cross-Country ed Enduro, è tra 27.5 e 29er. Se la prima via assicura una fantastica guidabilità e una risposta pronta a manubrio, la seconda offre una maggiore continuità di pedalata e una minore percezione delle asperità dei sentieri.
La scelta è veramente soggettiva, nessuno può dire che una sia meglio dell’altra. Ci sono i pro e i contro per entrambe.
A breve faremo un bel post di approfondimento sulla scelta tra 27.5 e 29er.

3 – Front o full?

Un bel dilemma, soprattutto nel Cross-Country. Se per l’Enduro la scelta è obbligata, nel Cross-Country la scelta di modelli full leggeri è molto vasta.
Negli ultimi anni infatti il termine full non coincide anche con “peso ulteriore” da portarsi dietro. La gamma di modelli bi-ammortizzati leggeri è aumentata molto negli ultimi 5 anni, creando ulteriori dubbi a chi deve scegliere la MTB.
Una front hardtail è sicuramente più tecnica da guidare e assorbe meno le asperità dei sentieri. Una full perdona qualche errore in più rispetto alla mono-ammortizzata, ma a “parità di modello” ha un peso maggiore.
Altro dettaglio da non sottovalutare il costo: sempre a parità di allestimento le full chiedono un esborso maggiore rispetto ad una front.
Il dilemma front o full è comunque soggettivo, dipende molto dal tipo di guida.
Noi per esempio preferiamo le hardtail, ci piace la guida tecnica e con richiami continui sui pedali.

4 – Quale marchio nel scegliere la MTB?

scegliere la MTB - CAnnondale Scalpel 2013 Cape Epic

Quale importanza ha un marchio nel scegliere la MTB? Potrebbe sembrare banale, ma è fondamentale, sia per il nostro gusto personale sia a livello economico.
Gusto personale perché una Specialized o una Cannondale (tanto per fare due nomi, ma ci sono anche Scott, etc..) hanno un fascino unico e valori di marketing speciali. Di conseguenza il loro costo nel mercato dell’usato scende di meno rispetto a concorrenti “secondari”.
Cosa comporta nel concreto? A parità di allestimento una bici di brand secondari costerà un po’ meno, ma perderà più velocemente il valore nel mercato.
Altra considerazione da fare dunque nel scegliere la MTB.

5 – Componenti

A livello di componenti bisogna riflettere sia dal punto di vista economico sia di valore dei componenti per MTB stessi.
Un gruppo trasmissione XX1 (testato quest’anno), tanto per fare un esempio, cambia totalmente l’anima della mountain bike e la caratterizza anche dal lato del costo.
Stesso ragionamento vale per i pedali, il gruppo freni, etc. Attenzione che nell’usato il costo dei componenti cala, ma bisogna valutare attentamente lo stato e l’usura.

FRM Anakin Full 29er record peso

6 – Periodo dell’anno

Il periodo invernale è quello migliore per scegliere la MTB. Le novità dell’anno che sta per arrivare sono già state annunciate in gran parte a Friedrichshafen (ExpoBike) e a Padova (ExpoBici), quindi ognuno è cosciente delle tendenze in arrivo.
Chi vuole cambiare la MTB cerca di piazzarla in questo periodo, per poi partire con una bici nuova nel nuovo anno. Ottime occasioni d’usato dunque.
Nel nuovo si possono trovare grandi opportunità nei modelli dell’anno “scorso”, 2013, con sconti rilevanti di fine stagione. Le novità del nuovo anno invece hanno solo lo sconto rivenditore.

7 – Scegliere la MTB nuova o usata?

Qui il dubbio è legato principalmente al lato economico.
Se si vuol provare ad andare in MTB il consiglio è di lanciarsi nel mercato dell’usato, magari comprando solo qualche componente nuovo. Ciò per “rischiare” meno soldi.
Chi invece pedala già da un po’ e vuole cambiare la MTB ha solo l’imbarazzo della scelta, tutto dipende dal budget.
Ogni anno tutti i marchi internazionali produttori di mountain bike presentano tantissimi modelli, bisogna fissare un tetto di spesa e valutare nei dettagli il rapporto qualità/prezzo.

Stai pensando di cambiare la mountain bike? Se sì in bocca al lupo, la scelta è tanto ardua quanto piacevole.
Altrimenti valuta anche un aggiornamento dei componenti per la MTB, trasformeranno la tua bici!

NON CI SONO COMMENTI

Rispondi